Piatto circolare con bordo leggermente rialzato, profilato da filettatura in vetro azzurro. La superficie presenta il caratteristico decoro “a piume”, detto anche “fenicio” in età moderna, in quanto assimilabile ai manufatti riconducibili all'omonimo antico popolo, riscontrati più in generale anche in Egitto e area mesopotamica nei secoli avanti Cristo. La tecnica, in uso a Murano già dal Cinquecento, consisteva nell’applicazione a caldo, sul corpo dell’oggetto, di filamenti in vetro colorato che in seguito venivano letteralmente “pettinati” con uno speciale attrezzo, ottenendo una caratteristica decorazione ondulata, poi inglobata nel corpo vitreo. Caratteristica la reinmissione di filo azzurro di contorno.
Ambito Culturale
Veneziana
Cronologia
Fine XVI-inizi XVII sec.
Materiale e Tecnica
Vetro; applicazioni a caldo
Dimensioni
Diametro: 17,7 cm
Inventario
131
Stato di conservazione
Buono