Contenitore per olio e sale in vetro incolore, con doppia ampolla e beccucci incrociati, fusto a balaustro e piede a disco. Il corpo delle ampolle presenta decorazioni incise alla mola, con elementi floreali stilizzati. Fatta eccezione per Venezia (dove risultati, in tal senso, si ebbero già nel corso del XVI secolo, grazie alle sperimentazioni del maestro vetraio Angelo Barovier), nel resto d'Europa la formula per ottenere un vetro cristallino, assolutamente trasparente e incolore, venne messa a punto solo durante il XVII secolo, grazie al boemo Michael Muller (1639-1709) che nel 1683, aggiungendo del gesso alla miscela vetrificabile, riuscì ad ottenere un tipo di vetro brillante, simile al cristallo, per la sua consistenza adattissimo alle lavorazioni a freddo.
Ambito Culturale
Nordeuropea (?)
Cronologia
XVIII sec.
Materiale e Tecnica
Vetro; incisione alla ruota
Dimensioni
Altezza: 19,4 cm
Inventario
68
Stato di conservazione
Buono