La scultura, insieme all'altra Maria piangente (inv. 162), faceva parte del Compianto realizzato dal Riccio per la chiesa padovana di San Canziano.
Entrambe sono tagliate a filo, all'altezza della cinta, e internamente cave, come d'abitudine nella confezione di figure che, plasmate nell'argilla e a grandezza naturale, venivano cotte in sezioni separate.
Come nell'altra Maria del Riccio, anche qui il dolore è reso attraverso la gestualità: la torsione all'indietro del capo, la bocca aperta e le braccia incrociate sul petto, con il destro completato da una mano in pietra tenera, non pertinente.
Autore
Andrea Briosco detto il Riccio
Cronologia
Secondo quarto XVI sec.
Materiale e Tecnica
Terracotta policroma; tutto tondo
Dimensioni
Altezza: 72 cm
Larghezza: 60 cm
Profondità: 40,5 cm
Inventario
161
Stato di conservazione
Buono
Acquisizione
Dono