La placchetta ottagonale riproduce il vaso cinerario della contessa Callemberg che Canova realizzò e che si trovava nel cortile della chiesa degli Eremitani. Il suo elegante ritratto racchiuso in un medaglione è accompagnato da due geni funerari.
La contessa, moglie del conte Wilhelm Cristoph Diede zum Fürstenstein, era morta a Bassano nel 1803, dove era ospite del principe Abbondio Rezzonico. E fu proprio lui a commissionare l’opera a Canova.
Autore
Giuseppe Rizzoli
Cronologia
XIX secolo sec.
Materiale e Tecnica
Rilievo in avorio
Dimensioni
Altezza: 7 cm cm
Larghezza: 7 cm cm
Inventario
255
Stato di conservazione
Buono
Acquisizione
Legato